Un nuovo impianto biogas in arrivo in Brasile

NEWS JABOATO

26.07.2018

Con il nuovo impianto di valorizzazione energetica del biogas prodotto dalla biodegradazione dei rifiuti, attualmente in costruzione sulla discarica di Jaboatão dos Guararapes, Asja continua la sua crescita nel settore delle rinnovabili in Brasile. L’impianto, che entrerà in esercizio nel primo trimestre del 2019, avrà a regime una potenza installata pari a 12,8 MW.

Il progetto segna una nuova tappa nel percorso di crescita di Asja nel paese sudamericano, dove ha costruito e gestisce tre impianti biogas, l’ultimo dei quali inaugurato a settembre 2017 nel comune di Sabarà.

L’impianto garantirà significativi benefici ambientali e sociali per il territorio. La produzione annuale stimata di circa 95.000 MWh permetterà infatti di evitare l’emissione di oltre 300.000 tonnellate di CO2 equivalente e soddisferà il fabbisogno energetico di 52.000 persone.

Asja ha già stipulato con importanti operatori locali due contratti per la vendita di parte dell’energia elettrica rinnovabile prodotta che garantiranno, da soli, il rientro dall’investimento effettuato. La costruzione dell’impianto è sostenuta da Deutsche Bank attraverso la concessione di un finanziamento del valore di 6 milioni di euro per un periodo di 5 anni.

Sono molto soddisfatto per questa operazione, grazie alla quale consolideremo la nostra presenza in Brasile nella trasformazione del biogas in elettricità rinnovabile, settore nel quale siamo leader in Italia da oltre 20 anni” è il commento del presidente di Asja Agostino Re Rebaudengo, che prosegue: “L’impianto di Jaboatão, tra i maggiori in termini di potenza installata che abbiamo realizzato, rappresenta un ottimo esempio della capacità delle imprese green italiane di esportare con successo competenze e tecnologia. Deutsche Bank, dopo aver finanziato il progetto di Sabarà e promosso l’ingresso di Asja nel programma internazionale ELITE del London Stock Exchange Group, si conferma fondamentale per la nostra internazionalizzazione. Asja però non si ferma qui: abbiamo in pipeline altri progetti in Brasile, mercato sempre più centrale nei nostri piani”.

Leggi il comunicato stampa e la rassegna stampa.

 

Richiesta Info

Accettare la nostra privacy policy è obbligatorio per poter inviare la richiesta.

Cerca